• scoprilitalia

LOGOSOLAR: UN LABORATORIO ALCHEMICO A BOLOGNA

Oggi con Raffaella ci approcciamo ad un'azienda con sede nel bolognese, una realtà tutta italiana  legata al mondo dell'alchimia, della naturopatia e del naturale. Il racconto di Raffaella è intenso, profondo e affascinante. Viaggiamo con lei nel mondo alchemico della "Logosolar Snc", un'altra avventura ci attende e noi siamo pronti ad ascoltarla...


Infinite volte mi sono domandata quale fosse lo scopo della vita, non ho mai accettato l’idea che la mia esistenza potesse essere una parte finita, dell’infinito scandire biologico dell’umanità. Perdutamente affascinata dalla vita, continuo a cercare risposte ovunque... E così, come una barchetta, navigo e mi fermo in mille porti ed ogni volta mi pare che la risposta si faccia sempre più chiara.  Approdo in mondi apparentemente diversi, che subito scopro intimamente collegati, ascoltando con il cuore, sento voci levarsi e all’unisono manifestare la medesima idea; siamo qui per vivere un’esperienza ed accrescere quel qualcosa di sottile, invisibile che abbiamo dentro e che non si esaurisce mai… 


Ed è con questo spirito che voglio raccontare di un luogo speciale, una moderna fabbrica alchemica dove vengono prodotte essenze floreali con antichi metodi che risalgono alla notte dei tempi, quando sacerdoti Babilonesi e Egizi prima, alchimisti poi, creavano elisir e pozioni. Ebbene si! Parliamo di Alchimia, Astrologia, ma anche di scienza moderna, in una parola sola, Neoalchimia. Chiedo scusa fin da ora se non riuscirò ad essere chiarissima, la materia è difficile, ma voglio provarci lo stesso, perché l’esistenza del mondo incredibile, tutto da scoprire, che si trova presso la Logosolar Snc deve essere conosciuto da quante più persone possibile. La società ha sede a Bologna, per precisione a San Lazzaro di Savena, ed è stata creata dal Dottor Gianpaolo Giacomini e dal Signor Pericle Barbieri. In laboratorio mi accoglie il Signor Pericle, mi mostra prima i locali amministrativi e poi lo studio dove il suo socio, il Dottor Gianpaolo Giacomini, crea e inventa i prodotti. Sottesa ad ogni creazione non c’è la pura casualità bensì una tecnica affinata che si basa sulla Neoalchimia. Nulla capita per caso, lo diciamo spesso, ma quante volte riflettiamo su questo? La storia dei due soci ne è la riprova. Si incontrano in una palestra di Kung Fu dove Pericle vi giunge in seguito ad un suo disagio fisico, mentre Gianpaolo qui è l’istruttore. I due entrano in sintonia, si frequentano, finché un giorno arrivano le essenze floreali… Gianpaolo, al quale Pericle aveva manifestato il suo disagio, lo invita a pescare tre boccette a caso da una scatola e dopo 15 giorni gli propone di assumere alcune gocce di un essenza floreale creata apposta per lui. Mentre Pericle mi racconta la storia, il suo viso si illumina, mi dice che già dal giorno successivo alla prima somministrazione avvertì come una fontanella aperta proprio sotto l’ombelico, una fontanella che spruzzava felicità. Questa sensazione durò per 28 giorni, un ciclo lunare. In seguito a tanto benessere cominciò a comprendere che il disagio che per tanto tempo lo aveva accompagnato aveva origini nel suo sé più profondo, nel sentirsi “inanimato” e di lì a poco, il benessere definitivo. Le essenze floreali pescate contenevano lo spirito di fiori che venivano prodotti in Brasile da un alchimista, il maestro del Dottor Giacomini. Nasce anche in Pericle l’interesse per le stesse materie coltivate da Gianpaolo e comincia a sua volta a seguire corsi di alchimia. Poi nel 2008 il primo progetto di importare direttamente le essenze floreali dal Brasile, nel 2013 la svolta, nasce la “Logosolar Srl” non più una società di importazione ma un laboratorio per produrre direttamente in Italia le essenze floreali

L’alchimista della società è il Dottor Gianpaolo Giacomini, con un curriculum invidiabile, laureato in medicina e chirurgia, omotossicologo, naturopata, praticante di Medicina Cinese Taoista e cintura nera di Kung Fu. Quando ci sediamo tutti e tre nello studio del dottore, chiedo se possono provare a spiegarmi come funzionino le essenze floreali. Alla base di tutto c’è uno dei pilastri dell’alchimia: l’energia per esprimersi ha bisogno di una massa. Si parte dal presupposto che ogni essere umano ha una sua esperienza da compiere e la vera essenza della sua venuta in questo mondo è attuarla. Il corpo è un termometro che misura l’attinenza tra le azioni che si pongono in essere e lo scopo della vita, se non c’è congruità, il corpo soffre e manifesta . Di fronte alla mancata comprensione del proprio senso della vita nascono delle dissonanze, la Neoalchimia corregge tali dissonanze mediante gli strumenti del mondo vegetale o minerale, portando anche al riequilibrio la materia. La mia domanda giunge spontanea e chiedo come possano dei fiori fare questo. Mi spiegano che tutto avviene mediante dei processi alchemici di estrazione,  il procedimento che si effettua nel laboratorio della Logosolar  consiste nel raccogliere l’anima del fiore. Somministrare l’anima di un fiore con caratteristiche simili e complementari a quelle dell’individuo, significa fare in modo che l’anima di quel fiore attecchisca dentro la persona per poi cominciare a crescere e mettersi in sintonia con l’anima della stessa. Si parte dal presupposto che il fiore non ha disarmonie, è un’intelligenza pura, ha caratteristiche ben precise che ripropone in ogni pianta che da quel fiore nasce; ha dunque ben chiaro il senso della sua vita, mentre la persona può avere accumulato nel corso della vita delle dissonanze, dettate da mille fattori esterni ed interni, che si manifestano esternamente con disturbi o con semplici disagi. L’essenza del fiore, estratta alchemicamente, va in risonanza con l’inconscio dell’individuo e crescendo dentro di lui, diventa lo strumento che accorda la musica interiore della persona, aiutandola a compiere quelle azioni che sono nella sua vera natura. Così le disarmonie si superano e l’individuo ritorna allineato con la parte sottile di sé stesso. 

Il tutto pare un po’ complesso, ma ricordo uno dei principi fondamentali dell’alchimia, vale a dire che l’energia per esprimersi ha bisogno di una massa, dunque, l’energia del fiore, che è integra, mediante un processo alchemico viene estrapolata e anziché usare la materia vegetale per esprimersi utilizza quella umana. Come si arriva a questo ragionamento? In passato l’alchimia era un po’ una scienza empirica, di sperimentazione, priva di conoscenze scientifiche. Oggi, grazie alla chimica e alla fisica quantistica si è potuto scoprire l’essenza alla base della materia, cioè l’atomo. Ma non solo, si è andati oltre, conosciamo il neurone, il protone e l’elettrone. Ora , io non intendo addentrarmi nella materia perché troppo complicata, quello che ho capito è fondamentalmente che se epuriamo la materia di tutto il superfluo quello che resta è l’atomo, l’atomo è l’essenza della pianta, in esso ci sono tutte le caratteristiche della stessa. Mediante un processo alchemico, si estrae l’atomo della pianta e lo si intrappola in boccetta. L’anima della pianta contenuta nell’atomo si presenta così in forma liquida, anche se apparentemente non visibile, sospesa nel composto idroalcolico , con tutte le caratteristiche della pianta. A questo punto basterà dare all’energia dell’anima una materia per attecchire, in questo caso il corpo umano! Ora è forse più chiaro comprendere che le essenze floreali in questione non "guariscono il corpo", ma lavorano per una "guarigione interiore", a livello sottile, il riequilibrio fisico sarà conseguenziale a quello emotivo.  Il fiore lavora con l’animo umano e cresce come pianta energetica dentro la persona.  In questo laboratorio c’è veramente un mondo di conoscenza, una cultura antica, che ha la finalità di donare il vero benessere. 

Ovviamente il procedimento alchemico con cui l’anima del fiore della pianta viene estratto è conosciuto solo da pochi, per sommi capi il Dottor Giacomini mi ha spiegato che si decapitano le piante, separando il corpo dal fiore. E’ un procedimento che si effettua al buio e che dura 28 giorni. Le piante utilizzate vengono coltivate in circolo e in aiuole separare , mentre altre che nascono spontanee vengono raccolte nei boschi. C’è una ritualità anche nella coltivazione. Come poi l’estrapolazione avvenga attiene ad un metodo antichissimo che risale ai Babilonesi, agli Egizi, ai Cinesi, alle vecchie civiltà, è un procedimento che si perde nella notte dei tempi, talmente antico da apparire come un’invenzione dei giorni nostri ! Come si fa a capire di quale pianta si ha bisogno? Nel modo più spontaneo, mi rispondono, si pesca d’istinto, senza pensare. Ci si relaziona con essenze vive che  vibrano a nostra insaputa con la parte più spirituale di noi . La scelta cade in modo naturale sul fiore che ci serve. Il fiore entrando in noi ci fa vedere ciò che non vogliamo o non riusciamo vedere . E’ la luce della nostra anima e porta consapevolezza in modo da poter comprendere e dare luce alle nostre ombre. Questa è solo un’idea , per chi volesse approfondire troverà presso la Logosolar corsi ad hoc per ogni esigenza:


- “ Master per riequilibrio PNEI Alchemico” con rilascio di crediti formativi ECM, corso di specializzazione esclusivo per medici e farmacisti;


- Scuola di Neoalchimia per Operatori Olistici in tecniche alchemiche.


Per fissare appuntamenti per consulenze, si può scrivere direttamente all’indirizzo info@logosolar.it , se servono solo indicazioni per piccoli problemi, scrivendo o chiamando potranno essere date indicazioni di carattere generale circa i prodotti da utilizzare che si potranno trovare in farmacia o in erboristeria, la cui distribuzione è effettuata a cura della società “ Viprof Srl “ Nel caso in cui recarsi a Bologna fosse un problema, chiamando la “Logosolar Srl “ si avranno le indicazioni di terapeuti operanti nella città più vicina. L’ elenco dei prodotti quali gli spray Essenziali sono tutti presenti sul sito www.logosolar.it e sono reperibili in erboristerie, parafarmacie e farmacie e distribuiti sempre da “Viprof Srl”

Ma c’è ancora una piccola perla, una linea cosmetica all’estratto di vitis vinifera, viene chiamata la vite del Fantini, ma è talmente antica che la sua origine è ammantata dal mistero, si pensa abbia oltre 400 anni! Utilizzando la lacrima della vite, le gemme, il fiore e le foglie si ottiene un attivo antico che viene inglobato in una base naturale dando vita ad una crema che stimola la rigenerazione della pelle, l’attivo, poi, entra in profondità e la pulisce nel profondo. Ed infine, per chi volesse cominciare ad addentrarsi in questo mondo misterioso ed affascinante, c’è un libro interessantissimo scritto dal Dottor Giacomini dal titolo “Trattato di Alchimia delle emozioni” pubblicato da OM Edizioni e reperibile on line e in libreria. Buona Alchimia a tutti! Raffaella oggi ci ha davvero fatto viaggiare per un'Italia diversa. Ci ha dato modo di conoscere una realtà magari sconosciuta a molti e che noi invece vorremmo far conoscere a quante più persone possibile: operatori del settore o persone semplicemente interessate a conoscere, informarsi, provare. Una realtà italiana tutta da scoprire.

- Lo staff di Scelgo l'Italia -

NOTE

Le immagini presenti nel blog e tutti i testi, se non altrimenti specificato, sono di nostra proprietà.

COPYRIGHT 2018 - TUTTI I DIRITTI RISERVATI

SOTTOSCRIVI VIA EMAIL

© 2018 by Scelgo l'Italia Proudly created with Wix.com